AGOSTO 2014 - www.charlesgarage.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

AGOSTO 2014

NOVITA' > SOLDATINI > 2014


KING & COUNTRY
1/30 - 60mm


Agosto è stato sempre considerato un mese tranquillo e dal tono minore per quel che riguarda le novità presentate dalle ditte di miniature. Da una parte le temperature torride dall’altra le vacanze facevano sì che si affievolisse momentaneamente l’interesse del collezionista.
Quest’anno né il caldo né le ferie sono, per i motivi che conosciamo, le star di ferragosto e come se i produttori ne fossero consapevoli ecco che stimolano l’interesse della loro clientela con maggiori e se possibile più eccitanti novità da far impallidire addirittura il periodo natalizio.
È il caso della King&Country che sotto la vulcanica guida del suo direttore creativo sforna per agosto una quantità notevole di set uno più interessante dell’altro.

Iniziamo dall’Antico Egitto, una delle collezioni più seguite del grande produttore di HK, che ci presenta uno stupendo portale dai preziosi decori (cod. AE-053) ai cui lati possono essere collocate due statue delle divinità Anubis e Thoth rispettivamente con la testa di cane e la testa di ibis (cod. AE-054).
I tre pezzi costituiscono insieme un formidabile retroscena per le miniature del Nilo che si arricchiscono questo mese di cinque nuovi personaggi.
Un faraone in piedi con il classico copricapo avvolgente bianco e blu (cod. AE-055), una guardia del corpo con scudo e lancia (cod. AE-056), un visir consigliere del sovrano (cod. AE-057), uno schiavo con il largo ventaglio di piume bianche (cod. AE-058) e per ultimo un vassallo che in ginocchio si sottomette al faraone omaggiandolo della sua spada (cod. EA-059).

Dalle rive del fiume Nilo al deserto della Palestina ritroviamo un altro cavallo di battaglia di K&C.
Si tratta della serie dedicata alle Crociate per la quale sono in dirittura di arrivo sette figure di armigeri cristiani di cui un paio a cavallo.
Il primo è un cavaliere dai colori gialli e blu armato di mazza (cod. MK-116) mentre il secondo rosso e nero impugna un grande stendardo quadrato (cod. MK-117). Seguono quattro cavalieri appiedati in varie pose di combattimento dalle tuniche vivaci e uno morente a terra (codici da MK-118 a MK-122).

Restiamo nel deserto mediorientale per segnalare tre aggiunte alla serie chiamata 'Lawrence of Arabia' per la quale saranno presto disponibili il Principe Feisal a cavallo con scimitarra sguainata (cod. LoA-011) e due sue guardie del corpo, una a cavallo e l'altra a piedi (codici LoA-012 e 013).

Un grande salto nel tempo ci catapulta nel diciannovesimo secolo e precisamente durante la seconda guerra mondiale, ed è qui che King&Country dà il meglio ai suoi affezionati collezionisti.
Per la serie rivolta all’arma aerea britannica per antonomasia, la RAF, troviamo il già annunciato simpatico chalet (The Cricket Club) base dei piloti inglesi in attesa di entrare in azione (cod. RAF-055).
Una chicca imperdibile per chi segue questa raccolta ma anche per chi vuole creare una ambientazione dal tipico sapore ‘british’ con figurini delle due guerre mondiali.

Di contorno a questo delizioso edificio K&C offre agli appassionati un bel gruppo di piloti, avieri e accessori che formano una scenetta eccezionale che da sola vale un posto di rilievo in vetrina.
Abbiamo perciò un pilota intento a rifocillarsi con tè e sandwich (cod. RAF-057), un altro pronto ad entrare in azione (cod. RAF-058), un ufficiale con elmetto che prende nota sul suo taccuino (cod. RAF-059), un terzo pilota con tazza alla mano seduto a terra (cod. RAF-060) e un compagno con mappa alla mano mentre, particolare grazioso, il vento gli scompiglia i capelli e la sciarpa (cod. RAF-061).
Seguono un tenente in servizio di guardia con pistola al fianco (cod. RAF-062), una coppia di piloti che in attesa di salire sui loro caccia giocano una partita a carte (cod. RAF-063), un accessorio davvero simpatico rappresentato da un tavolo da colazione con bollitore, tazze per il tè e radio (cod. RAF-064) e per finire il set già annunciato raffigurante una coppia di avieri intenti a manovrare una mitragliera Bren durante una incursione dell’aviazione tedesca (cod. RAF-065).
Lo ripetiamo un gruppetto di set molto azzeccati e accattivanti che non potranno non destare l’interesse degli appassionati.

Rimaniamo nel tema secondo conflitto e ci spostiamo sul fronte opposto dove troviamo una nuova versione del mitico carro tedesco Pz.Kpfw38(T) già uscito in colorazione ‘grey’ e ora disponibile nella mimetica adottata dalla Wehrmacht a iniziare dal 1942 (cod. WS-225).
Al periodo precedente appartiene invece un bel carro ‘Flak Panzer 1A’ utilizzato dall’esercito tedesco prevalentemente sul fronte russo come cannone anticarro a impiego rapido (cod. WS-291). Il cannone era stato montato sullo scafo del carro Panzer 1A da cui era stata rimossa la torretta e parte delle sponde laterali, il modello comprende un cannoniere seduto.
In set separato saranno disponibili altri due artiglieri ambedue senza base fissa per essere meglio posizionati sul veicolo (cod. WS-292).
Archiviamo questa sezione sulla Wehrmacht con un piccolo capolavoro costituito da un soldato tedesco in cammino sorridente mentre tiene in braccio una bambina un po’ spaurita, forse una piccola connazionale o forse abitante di un paese occupato, chi può dirlo (cod. WS-297).

Concludiamo in bellezza con un paio di novità, una attuale e l’altra a venire, che stuzzicheranno non poco gli appetiti di molti collezionisti.
La prima novità presto in vendita è rappresentata da un nuovo edificio, anzi due in uno, che va ad aggiungersi a quelli già esistenti destinati a ricreare un quartiere di cittadina francese del secolo scorso e con il quale sono infinite le possibilità di ambientazione (cod. SP-060).
Le due case unite fra loro sono come al solito eseguite in maniera straordinaria e sono ovviamente progettate in modo da adattarsi perfettamente a quelle già in catalogo.

La novità futura che è stata preannunciata da Andy Neilson con una foto in anteprima appartiene invece al periodo della prima guerra mondiale e riguarda l’esercito francese. Vediamo infatti un gruppetto di Poilus in uniforme turchina più un carro con mimetica tricolore. Per i cultori della Grande Guerra un ennesimo rilevante contributo dopo le tante serie già avviate dalle ditte più importanti su questa tematica.


AGOSTO 2014
LE NOVITA'



JOHN JENKINS DESIGNS
1/30 - 60mm



La battaglia di Monongahela, combattuta il 9 luglio del 1755, fu il primo vero scontro tra inglesi e francesi in Nord America in quella che venne poi chiamata la guerra franco-indiana o capitolo americano della guerra dei sette anni.
Durante la campagna lanciata dagli inglesi per la conquista di forte Duquesne come aiuto di campo del generale Braddock vi era il colonnello George Washington dei volontari della Virginia, il futuro primo presidente degli Stati Uniti, che riuscì con il suo valore e la sua determinazione a contenere il fallimento della sfortunata spedizione delle giubbe rosse.

Tutto ciò per dire che John Jenkins Designs ha appena preannunciato la realizzazione di una miniatura del Club raffigurante proprio il colonnello americano a cavallo nel pieno di quella sanguinosa battaglia e ha presentato il master per la sottoscrizione degli iscritti (vedi foto).
Sulla base delle adesioni ricevute JJD realizzerà il set finale in edizione strettamente limitata. Ancora non sappiamo se la figura di Washington avrà infine la giacca rossa tipica delle truppe inglesi o quella blu della milizia della Virginia. Aspettiamo e vedremo.

Per quanto riguarda le novità di agosto alle guerre franco-indiane Jenkins dedica un nuovo guerriero a cavallo in doppia variante in una posa statica con moschetto alla mano e sguardo rivolto all’orizzonte (codici RSF-025A e RSF-025B).

Per la collezione riguardante l’invasione napoleonica della penisola iberica sono in arrivo altri due fucilieri francesi della quarta compagnia del 66° reggimento in marcia. I due fanti sono disponibili come sempre uno con pantaloni bianchi e l’altro con pantaloni marroni, due coppie degli stessi formeranno il set da quattro (codici PFL-09W, PFL-09B e PFL-09N).
Con questi sono sedici i figurini realizzati in posizione di marcia o di avanzamento e costituiscono un numero sufficiente per formare una discreta schiera per chi ama le ambientazioni di massa.

Ci spostiamo sul fronte occidentale della Grande Guerra per passare in rassegna un gruppo di set relativi al contingente australiano che combatté in Francia dal giugno del 1916 fino alla fine del conflitto distinguendosi in diverse azioni di combattimento per il valore e l’audacia dei suoi componenti.
Jenkins con questi figurini strizza l’occhio al mercato oceanico che è oggi uno dei più promettenti per i fabbricanti di miniature e in tempi di crisi non si può certo criticare chi cerca di sfondare sulle piazze che garantiscono la tenuta del proprio investimento.
I soldati raffigurati in questi set appartengono tutti alla 5a Divisione ma JJD ha voluto triplicare l’offerta realizzando tre diversi battaglioni di tre diverse brigate ognuno riconoscibile dal distintivo applicato sul braccio destro dei fanti.
Avremo così il 31° battaglione contraddistinto dai colori giallo e marrone, il 53° dai colori verde e nero e il 60° battaglione dal bianco e rosso.
Per ogni battaglione l’autore ha scolpito per ora sei soldati in avanzamento in tre distinte confezioni da due miniature ciascuna (codici GWA-03, 04 e 05 con sottocodice 31, 53 e 60 a seconda dell’unità di appartenenza). Ovviamente sono attese altre pose di combattimento come si può evincere dalla foto di presentazione fornita dal fabbricante.

Allo stesso periodo compete anche la versione mimetica a tre colori del carro francese Schneider CA1 (cod. GWF-01) che fu il primo carro armato cosiddetto ‘a scatola’ interamente progettato in Francia e costruito dalla fabbrica SOMUA. Non del tutto affidabile e malamente armato fu tuttavia uno dei veicoli più utilizzati dall’esercito d’oltralpe specialmente nei primi due anni di guerra.
Insieme allo Schneider marciano altri due fantaccini francesi ottimamente scolpiti e meglio dipinti che vanno a raggiungere i commilitoni già disponibili in catalogo (cod. GWF-024). Belle le miniature allo stato di master in programma che possiamo vedere da una foto in anteprima.

Chiudiamo con un paio di meccanici britannici in tuta blu raffigurati in dinamiche posizioni di lavoro che certamente saranno molto graditi ai tanti collezionisti alle prese con l’allestimento dell’aeroporto britannico (o tedesco) che a questo punto è dotato di tutto il personale e gli accessori necessari (cod. BGC-019).


 
Torna ai contenuti | Torna al menu