APRILE 2011 - www.charlesgarage.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

APRILE 2011

NOVITA' > SOLDATINI > 2011



APRILE 2011
LE NOVITA'




KING & COUNTRY
1/32 - 60mm


Con la primavera arriva anche il risveglio di King&Country che presenta una moltitudine di novità per tutti i gusti. Diciamo solo 'per tutti i gusti' e non 'per tutte le tasche' perché stare dietro a tutta la produzione di questa ditta sarebbe impossibile per la gran parte dei collezionisti, non per tutti ovviamente, ma abbiamo l'ardire di ritenere che non siano molti quelli che possono permettersi un budget mensile di tali dimensioni.
Purtroppo si devono fare delle scelte e sappiamo quanto è doloroso a volte dover escludere una collezione a beneficio di un'altra. Caro Andy, abbiamo già smesso di bere e di fumare (due brutti vizi che fanno anche male!), di cos'altro possiamo fare a meno?

Intanto vediamo quali sono le proposte, poi si vedrà

Grande ritorno delle truppe italiane in Africa e questa volta si tratta di Bersaglieri in posizione di combattimento più altri set tra cui uno stupendo Carro M13/40.
Iniziamo da un singolare accessorio: il monumento sul fronte libico egiziano voluto da Mussolini per celebrare la vittoria italiana sulla Gran Bretagna ma poi tristemente abbandonato perché gli avvenimenti, come si sa, ebbero tutt'altra conclusione (cod. IF-013).

Il Carro Medio M13/40 fu uno dei protagonisti principali dei combattimenti nel deserto tra il '40 e il '43 e la sua discreta versatilità fu riconosciuta anche dall'alleato germanico e dal nemico che ne utilizzarono alcuni esemplari. K&C presenta infatti tre versioni del cingolato, la prima ovviamente italiana con comandante del veicolo in torretta (cod. IF-014) e la seconda una versione australiana (cod. EA-059) che saranno disponibili per metà aprile, mentre quella in tenuta Afrika Korps sarà pronta per maggio (cod. AK-075).

Seguono un ufficiale con binocolo della Divisione Motorizzata Trieste distaccato presso il 10° Reggimento (cod. IF-015), un sergente con casco coloniale piumato e mitra Beretta in mano (cod. IF-016), un caporale che fa segno ai suoi uomini di seguirlo (cod. IF-017) e un soldato nell'atto di lanciare la sua granata (cod. IF-018). Ancora quattro Bersaglieri piumati in posizione di sparo, il primo in piedi con fucile (cod. IF-019), il secondo a terra con mitragliatrice tedesca MG34 (cod. IF-020), il terzo in ginocchio (cod. IF-021) e l'ultimo disteso a terra (cod. IF-022) ambedue con moschetto.

Da affiancare al carro EA-059 K&C ha in programma un soldato australiano con tanto di barattolo di vernice e pennello mentre dipinge nuove insegne sul veicolo italiano catturato (cod. EA-060).





Rimaniamo nel deserto spostandoci qualche secolo indietro per incontrare una nuova serie che siamo certi farà breccia nel cuore di molti appassionati. Stiamo parlando dei primi set dedicati alla figura e alle gesta di Napoleone in Egitto nel lontano 1798. L'invasione fu progettata per estendere l'influenza francese su quella sponda del Mediterraneo e al tempo stesso per sbarrare la via di terra verso l'India al nemico di sempre, l'Inghilterra.
Come sappiamo Napoleone volle che al suo esercito si unissero scienziati, architetti e archeologi che durante la occupazione avrebbero dovuto dedicarsi allo studio della storia e della cultura dell'antico Egitto. Non tanto lo studio quanto l'interesse per le ricchezze di quella civiltà ebbero così presa sul futuro imperatore che molte di esse furono trasferite, si fa per dire, in Francia per essere esposte nei musei di Parigi.

Il primo set proposto non poteva che essere Napoleone in persona sul cammello (cod. NE-001) posa tratta da un famoso dipinto di Jean Leon Gerome. Seguono un gruppo davvero fantastico di figurini che rappresentano a meraviglia l'atmosfera di quella avventura.
Per prima abbiamo una guida araba che anche a quei tempi non poteva mancare visitando le piramidi (cod. NE-002), un ufficiale portastendardo con bandiera in una mano e sciabola nell'altra (cod. NE-003), un soldato un po' malmesso mentre beve dalla borraccia (cod. NE-006) e un secondo chinato a terra appoggiato al moschetto mentre libera dalla sabbia una antica tavoletta con incisioni (cod. NE-008).
Molto attraente il set che raffigura un ufficiale intento a ricopiare qualcosa dai reperti archeologici di fronte a lui mentre un dragone lo ripara con l'ombrello dai cocenti raggi del sole ('The Artist and the Dragoon' cod. NE-010) e l'enorme arco in pietra rappresentato da due colonne sormontate da un antico monolite il tutto finemente inciso ('Temple Ruins' cod. NE-012).
 
Proprio prendendo spunto da quello che si diceva prima dell'acerrimo nemico inglese e della via delle Indie ecco che questo produttore ha in programma per aprile alcuni protagonisti della serie 'Sons of the Empire' (figli dell'Impero… inglese si intende!) e per l'appunto indiani.
Si tratta di appartenenti al famoso reggimento di fanteria 15° Ludhiana Sikhs che in quel tardo periodo del 19° secolo combatteva in giacca rossa alla battaglia del Khyber Pass.
È un po' un ritorno alle origini per Andy Neilson che aveva già prodotto alcuni figurini del reggimento una ventina di anni fa.
La novità nella novità riguarda la pittura di questi figurini, infatti i soldatini relativi a questa serie saranno disponibili sia in versione 'matt' (opaca naturale) che 'gloss' (lucida) simili ai tradizionali 'toy soldiers'. Chi colleziona questi ultimi potrà trovare questa volta in K&C un originale punto di riferimento.

Nelle vivaci e colorate uniformi abbiamo perciò un soldato indiano sull'attenti (cod. SOE-004), un tamburino trombettiere (cod. SOE-005), un ufficiale indiano con sciabola mentre saluta (cod. SOE-011) e un portastendardo con i colori della Regina (cod. SOE-014) tutti rigorosamente con folta barba scura. Per finire un ufficiale a cavallo inglese mentre scruta le montagne intorno con il suo binocolo (cod. SOE-012).
Andy ci informa che altri militari ed ufficiali di questo reggimento saranno disponibili verso la fine dell'anno. Anche qui siamo sicuri che il favore del pubblico non verrà a mancare perché la linea della fanteria indiana si presenta così ben scolpita e multicolore che sarà difficile non susciti desideri 'insani' eccitando la fantasia dei collezionisti. Diavolo tentatore di un Andy!!

A conclusione di questo nutrito programma ancora due set di tutto rispetto.
Il primo riguarda un veicolo ruotato della polizia tedesca in versione invernale (cod. BBG-043) con due uomini in cappotto lungo. Si tratta dello stesso 'Polizei ADGZ Armoured Car' già realizzato in tenuta estiva e da poco ritirato. Solo 400 esemplari saranno prodotti e chi è interessato sappia che dovrebbe essere disponibile già per la seconda metà di marzo.
Invece per maggio sarà pronto in soli 500 esemplari un nuovo caccia dell'aviazione statunitense, il 'Republic P-47 Thunderbolt'. Il velivolo realizzato da K&C fece parte del 6° Squadrone dell'8° US Air Force di base nel sud dell'Inghilterra e, dalle strisce bianco-nere evidenti sulla carlinga, si comprende che partecipò all'invasione dell'Europa nell'indimenticabile DDay. Il pilota è come sempre posizionato nel suo abitacolo.





JOHN JENKINS DESIGNS
1/32 - 60mm



Un po' in ritardo John Jenkins Designs ha presentato le sue novità di aprile e noi non siamo da meno dando conto delle stesse quasi a inizio mese. Comunque eccellenti i set in arrivo specialmente il traino di artiglieria inglese inserito nella collezione dedicata alla battaglia di Chippewa.

Si tratta di un cassone a due ruote (cod. BCHLIMB-01) per il traino del solo cannone da 6 libbre e a cui possono essere attaccate fino a sei coppie di cavalli. Quelle prodotte da Jenkins sono due pariglie differenti e la composizione a sei avverrà ovviamente unendo a piacere gli animali dell'uno e dell'altro set (codici BCHLIMB-02 e 03).
Probabilmente avremo in seguito anche i conducenti del tiro e allora il pezzo sarà da ammirare in tutta la sua efficacia.

Molto suggestivo e pieno di fascino un altro set di tutto rispetto, un ufficiale americano inginocchiato a terra accanto al suo cavallo morente. Questo figurino ancora allo stato di master sarà la nuova realizzazione dedicata ai membri del Club e raffigura il Capitano Robert Stuart della cavalleria leggera della Virginia alla battaglia di Monongahela del 1755. Davvero convincente la postura dell'ufficiale con le pistole in mano pronto a fare fuoco (cod. JJCLUBSET-08).
Ancora per il Club sono pronti in versione dipinta i set numero 6 e 7 che ritraggono il cappellano militare Hughes e il capo indiano Red Jacket.

Ancora alle guerra franco-indiana, e in particolare alla battaglia delle pianure di Abraham e allo scontro di Fort Carillon, sono dedicati altri due set del mese.
Il primo rappresenta un ufficiale francese del reggimento Languedoc con sciabola in una mano e con l'altra intento a incitare i suoi uomini ad avanzare (cod. QF-023) mentre il secondo ci regala finalmente una superba coppia di granatieri del 42° reggimento Highlanders in posizione di attacco alla barricata francese (cod. TIC-022).
Riguardo a questo evento bellico abbiamo ancora molte aspettative visto che siamo solo all'inizio, tra gli altri attendiamo con (gradevole) trepidazione la realizzazione della trincea di tronchi dietro la quale sono asserragliati i reggimenti del Marchese di Montcalm.

Alla storia più recente invece si riferiscono gli ultimi tre set di aprile.
Per primo abbiamo il secondo carro PzKpfw 1A della Legione Condor già previsto in occasione del lancio della collezione, questo ha il numero di riconoscimento 423 (cod. COND-01).

Seguono l'aereo Fokker DR1 450/17 dell'asso tedesco Joseph Jacobs che venne abbattuto dai Sopwith Camels inglesi nell'ottobre del 1918 (cod. ACE-03). Il figurino di questo pilota è visibile accanto al suo velivolo ancora in fase di master e sembra sarà disponibile il prossimo agosto 2011.

Per finire una graziosa scenetta raffigurante il famoso 'Barone Rosso' Manfred Albrecht Freiherr von Richthofen con sigaretta alla mano (cod. ACE-01P) mentre l'attendente è impegnato a terra ad allacciare le ghette e accanto, in adorazione del suo padrone, il fido cane Moritz. Simpatico il dettaglio del berretto di pelle da pilota sotto il ginocchio del soldato.
Jenkins fa sapere che questo trittico non sarà pronto prima dell'inizio di maggio. Sapremo attendere.






BARZSO PLAYSETS
1/32 - 60mm


Una mezza novità quella partorita dalla fervida mente di Ron, titolare della Barzso Playsets. Diciamo 'mezza' poiché questa volta si è trattato di riprendere alcuni elementi del precedente Fort Boonesborough, integrarli con componenti del tutto nuove e creare così un inedito Fort Apache per il periodo western.

Non che l'operazione non sia riuscita, l'insieme ha il fascino usuale delle realizzazioni Barzso e sarà senz'altro gradito a coloro che amano collezionare cowboys, soldati, indiani, carovane e tutto ciò che richiama il mitico Far-West.
Le parti a nuovo, acquistabili anche singolarmente, sono uno straordinario quartier generale, una stalla e ovviamente un portone con la classica scritta 'Fort Apache'.

Ron ha inoltre riveduto e corretto la parte centrale della Blockhouse alzando di qualche millimetro le pareti e allargando le feritoie, il rimodellamento si è reso necessario per permettere l'inserimento di soldatini alti 60mm.
Una ulteriore prova della vivacità di questa ditta che raccoglie sempre maggiori consensi dai collezionisti di tutto il mondo.




 




 
Torna ai contenuti | Torna al menu