BARZSO PLAYSETS - www.charlesgarage.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

BARZSO PLAYSETS

LE DITTE PRODUTTRICI > SOLDATINI


STORIA DELLA
RON BARZSO PLAYSETS
Ron Barzso Playsets history

La storia di questo eclettico ed inventivo produttore statunitense inizia nel 1990 quando il protagonista, il signor Ron Barzso di Winfield, comincia a pensare, progettare e poi sperimentare diverse modalità per realizzare e commercializzare modeste quantità di 'playsets' in plastica.

Per chi non è al corrente del significato del termine per 'playset' si intende una scatola piena di soldatini e una serie incredibile di accessori con cui giocare e divertirsi senza bisogno di ulteriori aggiunte, in poche parole un gioco 'tutto compreso'.
Rifacendosi alle radici del playset americano della indimenticabile ditta Marx anni '60, Ron si concentra sulla ideazione e creazione di scatole 'all enclosed' con soggetti completamente nuovi e rivolti in special modo ad un pubblico di collezionisti adulti.

Dopo essere stato respinto da diversi produttori di materie plastiche, Ron trovò finalmente in alcune piccole imprese del Midwest gli interlocutori giusti a cui proporre le proprie idee e queste, avendo intuìto le enormi potenzialità che il progetto poteva riservare, diedero inizio ad una collaborazione che continua ancora oggi.
Dopo oltre venticinque anni di assenza dal mercato nell'agosto del 1993 risorgeva a nuova vita il mitico 'playset' americano per iniziativa di questa neonata fabbrica dell'Illinois. Il debutto della Ron Barzso Playsets avvenne con il 'Rogers Rangers playset', seguito dalla battaglia di New Orleans nel 1994, dal 'Mike Fink playset' nel 1995 e nel 1996 dal set 'la terra selvaggia di Davy Crockett' (the Davy Crockett wilderness set).

Dopo il successo delle prime uscite arrivò nel 1997 la grande occasione che sanciva la piena affermazione della giovane impresa di Ron sul mercato americano. Infatti in quell'anno la Barzso ottenne dalla 20th Century Fox la licenza per produrre e commercializzare un playset ispirato al film 'l'ultimo dei Mohicani' (the last of the Mohicans) la popolare pellicola diretta dal regista Michael Mann e interpretata da Daniel Day-Lewis, Madeleine Stowe e Wes Studi nella parte del pellerossa cattivo Magua. Proprio quest'ultimo autografava una sua foto contenuta nella scatola.
Il playset conteneva inoltre una serie di accessori e alcune buste di indiani e soldati inglesi con cui ricreare le disavventure dei personaggi della storia ambientata nel 18° secolo durante la guerra Franco-Indiana in Nord America. Componente preziosa e oggi rara della confezione, una busta contenente i sette personaggi del racconto, e cioè Chingachgook (l'ultimo dei Mohicani), suo figlio Uncas, il figlio adottivo Hawkeye (Day-Lewis), le sorelle Cora e Alice Munro, il maggiore Duncan Heyward ed il crudele Magua. I sette figurini ottimamente scolpiti sono in plastica color nocciola non dipinta nella classica scala 54mm. Il valore di questo playset completo di tutte le sue parti si aggira oggi tra gli ottocento e i mille dollari americani.
Seguirono nel 1998 il 'Ranger Camp' playset, nel 1999 il 'Treasure Island (Isola del Tesoro) playset' e nel 2000 la grande nave pirata dell'Isola del Tesoro.
Con la cadenza costante di una realizzazione ogni anno il 2001 vide l'introduzione del campo della Guerra Civile Americana visto da entrambe le parti contrapposte, gli Unionisti e i Confederati e il 2002 il decimo e più grande playset fino ad allora edito dalla Barzso, la battaglia di Churubusco del 1847 combattuta nel corso della guerra tra gli USA e il Messico.

Il 2003 fu la volta del playset dedicato alla storia della conquista del Messico nel 1520 da parte dei Conquistadores spagnoli di Hernan Cortes e la resistenza e distruzione del popolo Azteco guidato dall'imperatore Montezuma. Molte figure e accessori come piramidi e un tempio azteco permettevano di allestire un campo di battaglia completo in ogni sua parte. Anche questa scatola è oggi molto ambita dai collezionisti.
Il 2004 e 2005 furono anni dedicati ancora una volta al tema della guerra Franco-Indiana del Nord America con due storici playset oggi molto ricercati. Il primo relativo alla battaglia di Monongahela del 1755 combattuta tra inglesi da un lato e francesi e indiani dall'altro, uno dei primi scontri di quell'epico conflitto. Rocce, alberi, carri e treni di artiglieria come accessori, soldatini in plastica raffiguranti le varie forze in lotta, il set consentiva di approntare l'ambiente completo dove ricreare quell'evento che vide l'esercito inglese avere la peggio contro un nemico abituato ad una guerriglia fatta di agguati e imboscate.
Il secondo set raffigura uno spettacolare forte in pietra, stile Fort Ticonderoga, sul tipo di quelli edificati dai francesi nel diciottesimo secolo lungo la frontiera con la Nuova Inghilterra. Il fortino è prodotto in schiuma compressa dipinta, le mura sono divise in otto parti componibili e in aggiunta vi sono quattro edifici che vanno posti all'interno della costruzione e rappresentano gli alloggiamenti e i magazzini della guarnigione.
L'intera piazzaforte, anche se leggera, richiede molto spazio una volta assemblata ma con cannoni navali e una nutrita schiera di soldatini sulle mura l'effetto è sorprendente.
Nel 2005 Barzso realizzò un secondo playset dedicato alla spedizione di Lewis e Clark condotta in America agli inizi del 1800 da un manipolo di coraggiosi esploratori da un oceano all'altro attraverso territori selvaggi abitati da tribù indiane fino ad allora pressoché sconosciute. La confezione comprende i figurini dei partecipanti all'impresa, i guerrieri indiani e gli immancabili accessori quali un battello, un forte, animali e oggetti vari.
Anche il 2006 vide la realizzazione di due playset: la 'Fortezza dei Pirati' e 'Tripoli, la costa dei Barbari', quest'ultima in ricordo della guerra combattuta dagli Stati Uniti nel 1805 contro il Pascià di Tripoli capo delle potenze costiere del Nord Africa. Fanno parte del set un contingente di Marines e un gruppo di pirati magrebini.
Il resto è storia recente, nel 2007 si è aggiunta una 'Hacienda' messicana fortificata da utilizzare nella battaglia di Alamo tra il Messico e la neonata repubblica del Texas.
A seguire un nuovo straordinario progetto ha visto la luce: un intero maniero medioevale, il castello di Nottingham, realizzato con tanto di mura, torri e ponte levatoio e composto di sezioni diverse pronte a formare una mastodontica costruzione in pietra fatta di schiuma dura dipinta. Un altro eccellente prodotto per chi, oltre la passione per il Medioevo, dispone di un discreto spazio!
A completamento della fortezza appena descritta una serie infinita di accessori, tra gli altri una deliziosa abbazia fortificata e delle abitazioni medioevali, e un nuovo playset questa volta consacrato al personaggio di Robin Hood e del suo acerrimo nemico lo Sceriffo di Nottingham contenente la ormai introvabile Manor House.

Per finire tra il 2008 e il 2009 sono stati prodotti un paio di playset in memoria di Daniel Boone e della sua leggendaria figura. Il primo un forte molto affascinante con palizzate e torrette (il solito materiale plastico, non in legno!) ai quattro angoli e il secondo un classico set chiamato 'Official Daniel Boone playset' con tanti accessori e personaggi come ha l'abitudine di proporre l'autore.

Ultimo nato in casa Barzso un set di ventuno cannoni, il parco completo di artiglieria usato dai difensori Texani di Alamo contro le truppe messicane del generale Santana. Un bel gruppo di bocche da fuoco utili anche per altri avvenimenti bellici.
Oltre le scatole 'tutto compreso' la Ron Barzso ha in catalogo una serie di buste accessorie contenenti soldatini in plastica da dipingere riferiti a diversi periodi storici che possono essere ben ambientati con i playset già prodotti. Abbiamo tra gli altri vari gruppi di pirati, Rangers di Rogers, pellerossa, scialuppe, canoe, cannoni, alberi e molto altro.

Concludiamo dicendo che mentre gli ultimi prodotti come il castello di Nottingham e il forte di Daniel Boone sono tuttora disponibili, per gli altri  articoli, comprese le buste singole, molti sono ormai esauriti o fuori produzione. E-bay può essere una ottima fonte di ricerca e recupero per gli interessati.





 
Torna ai contenuti | Torna al menu