BEDFORD DELLA CORGI TOYS - www.charlesgarage.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

BEDFORD DELLA CORGI TOYS

TEMATICHE > AUTOMODELLI




il furgone BEDFORD della
CORGI TOYS
(1957 - 1963)


Quando nel 1956 la Corgi lanciò la sua collezione di automodelli in scala 1/43 incluse tra gli altri un furgone Bedford CA, un veicolo molto comune sulle strade britanniche negli anni cinquanta. Poiché l'intento della ditta era quello di ottimizzare al massimo gli stampi prodotti, tale politica rimase valida anche per questo modello che venne realizzato in diverse versioni.

Alla stregua degli altri modelli di quel periodo la struttura era piuttosto semplice, consisteva infatti in uno stampo per la scocca e di un fondino in latta che sorreggeva assi e ruote. Inoltre, tenendo fede allo slogan 'the ones with windows'
(quelli con i finestrini) che caratterizzava tutte le miniature Corgi, anche sul Bedford  vennero montati i vetrini in plastica trasparente che nel parabrezza erano divisi da un montante.

Tra le molteplici versioni prodotte, come altri articoli iniziali della casa inglese, anche questo furgone venne realizzato con movimento a frizione sulle ruote posteriori. Denominati 'Mechanical' i modelli dotati di questo meccanismo, anziché in latta, avevano il fondino in metallo pressofuso.
Per cominciare nel 1956 furono prodotti tre Bedford, il 403, il 404 e il 405, ciascuno in versione 'Mechanical' e non. Il 403 era il modello base e aveva colore blu scuro con applicata l'etichetta 'Daily Express' in lettere bianche su fondo blu, alle luci e alla griglia del radiatore era stata applicata una colorazione argento. Al suo compagno 'Mechanical' venne assegnato il numero 403M, colore rosso e etichetta gialla con scritta nera 'KLG PLUGS'. Il fondino riportava la dicitura 'Corgi Toys British Made Bedford 10-12 cwt. CA-Van'
mentre sull'asse posteriore vi era un rigonfiamento con incorporato un foro per effettuare la lubrificazione del meccanismo.
Il numero 404, conosciuto come 'Dormobile Personnel Carrier'
, era un piccolo minibus tutto finestrato al quale vennero dati due colorazioni differenti, crema e rosso metallizzato, mentre il 404M fu dipinto in turchese. La base era simile al 403M a parte la dicitura 'Bedford Dormobile' che sostituiva la precedente '10-12 cwt. CA-Van'.

La terza versione era il numero 405, un furgone pompieri a tutto vetro come il Dormobile con l'aggiunta di una coppia di scale nere inserite in due supporti fissati in mezzo al tetto. Essendo mobili e non fermate al supporto era piuttosto facile che le due scalette andassero perdute. Il modello senza meccanica era pitturato nel colore verde del servizio antincendio ausiliario 'Auxiliary Fire Service' e infatti su ambo le porte era applicata una decal rossa con le lettere 'AFS'. Il fratello M aveva invece la classica colorazione rossa dei veicoli dei pompieri e sulle fiancate era stata applicata una decal con la scritta 'Fire Dept' in oro con insegna oro e nero al centro. Questa fu la prima delle sei versioni iniziali ad essere conosciuta anche con il nome 'Utilecon' che venne poi ampiamente utilizzato per le uscite successive.
Ovviamente il fatto di avere realizzato diverse carrozzerie su diversi fondini ha dato qualche volta luogo a errori di fabbrica che hanno involontariamente creato versioni rare e oggi molto ricercate dai collezionisti.

Le scatole di tutti e sei i furgoni Bedford appena descritti erano dello stesso formato ed in colore blu, i modelli normali avevano il numero in un rettangolino nero mentre quelli M avevano il numero e la dicitura 'MECHANICAL' su fondo rosso. Le scatole dei numeri 403 e 403M avevano la corretta illustrazione su ambedue le facciate mentre i numeri 404 e 404M riportavano la stessa immagine del Dormobile color crema su un lato e color turchese sull'altro. Quindi la scatola del 404 differiva da quella del 404M solo per la colorazione del fondo, la M e le relative note. I furgoni dei pompieri 405 e 405M avevano ognuno la propria scatola con l'immagine corretta come il 403.

Un altro Bedford fu emesso dalla Corgi nel giugno del 1957, era il furgone del servizio stradale britannico AA Automobile Association e portava il numero 408. Dai primi mesi del 1957 non erano stati realizzati ulteriori modelli Mechanical e anche il nuovo AA non fu dotato di tale meccanismo, differiva dal 'Daily Express' solamente per l'aggiunta di una insegna fissata sul tetto.
Il modello era dipinto in autentico giallo dell'associazione automobilistica inglese, il tetto era nero come pure il pannello frontale. Ai lati del veicolo erano applicate due decals in nero con la scritta 'Road Service'
e il classico simbolo AA inserito tra le due parole. L'insegna sul tetto in giallo aveva le stesse scritte laterali ma stampate anziché in decal mentre la base in latta riportava la dicitura 'Bedford A-A Van'.
La scatola contenente questo modello era dello stesso stile delle precedenti e mostrava la corretta figura del veicolo in ambedue i lati.

Nel novembre dello stesso anno fu introdotta la versione ambulanza a cui venne assegnato il numero 412. Era ovviamente studiata sulla base del modello Dormobile con i vetri posteriori e laterali spruzzati di bianco dall'interno in modo da creare una colorazione opaca più realistica vista dall'esterno. L'ambulanza era dipinta in color crema con la scritta 'Ambulance' in decal su ambo i lati e i simboli della Croce Rossa e del servizio 'St John Ambulance'. La base riportava la dicitura 'Bedford Utilecon Ambulance' e la scatola blu mostrava la corretta immagine del veicolo su entrambe le facciate.

La serie dei Bedford Corgi rimase sostanzialmente invariata fino al 1960 quando vennero effettuati interventi allo stampo della carrozzeria, i cambiamenti riguardarono il parabrezza e il tetto del modello. Sei linee furono disegnate sul tetto precedentemente liscio, fu aggiunta la targa sul paraurti anteriore e venne abolito il montante che divideva il vetro frontale creando così un pezzo unico. Cogliendo l'occasione delle modifiche apportate allo stampo la Corgi ne approfittò per introdurre nuove versioni, modificare quelle precedenti e eliminare la serie Mechanical.
Il primo dei nuovi modelli apparve nel giugno 1960, il numero 403 'Daily Express' venne rimpiazzato da un furgone 'Evening Standard' a cui fu assegnato il numero 421. I colori usati furono l'argento per il tetto e la parte superiore della carrozzeria e il nero per la metà rimanente dall'altezza del cofano a scendere. Esiste una versione piuttosto rara che ha soltanto il tetto in argento e tutto il resto in colore nero (vedi foto). Al modello erano applicate una etichetta rossa su ambedue le fiancate posteriori con la scritta bianca 'Evening Standard' e una sempre bianca tipo locandina sulle portiere con la scritta 'special sports edition'
. Il fondino in latta era identico a quello usato per il 'Daily Express'.
Una versione speciale fu prodotta per il mercato olandese. Era dipinta in blu e vi era applicata una etichetta nera con scritta oro 'Avro Bode' con relativo simbolo tra le due parole.

Il Bedford Dormobile cambiò colore ma conservò la sua numerazione 404 e la base. Fu dipinto in due toni di colore come l'Evening Standard', blu chiaro il tetto e la metà superiore e giallo la metà sottostante. Come per il 421 esiste la versione con il solo tetto in blu e il resto in giallo ma è piuttosto comune.   

La nuova versione del veicolo pompieri venne emessa con il numero 423 ma conservò la colorazione del predecessore 405M e, nei primi stampi, anche il numero 405 sul fondino. Un'ulteriore modifica nelle ultime versioni vide la scaletta spostata a sinistra e non verniciata.
Il tipo AA rimase sostanzialmente immutato e conservò il numero 408 a parte una gradazione di giallo leggermente più scura se  confrontata con il fratello precedente. Anche il modello ambulanza non subì particolari modifiche ma rispetto alle altre versioni fu prodotta per un periodo di tempo molto breve risultando di conseguenza il più raro tra i Bedford modificati dalla ditta inglese.
Nell'ottobre del 1960 fu introdotto un nuovo modello con il quale la Corgi pubblicizzava il proprio marchio, era il numero 422 a cui venne dato il nuovo stile di colorazione delle scatole in cui erano distribuite le miniature della casa britannica, il giallo e il blu. Esistono tre versioni differenti del modello in questione tutte e tre con etichetta laterale su cui figura il logo del cane Corgi e la scritta nera 'Corgi Toys'; la più comune è quella in colore giallo con tetto blu, la seconda è quella con questi colori invertiti e la più rara ha il tetto e la metà superiore in giallo e quella inferiore in blu. Il fondino utilizzato per questo furgone fu lo stesso usato per l'Evening Standard'.

L'ultimo Bedford di questa serie, l'ambulanza militare con il numero 414, fu introdotto nel gennaio del 1961. Il modello era dotato degli stessi vetri dipinti di bianco usati per l'ambulanza civile numero 412 e di differente aveva solo la colorazione esterna ovviamente in verde militare. Grandi simboli della croce rossa furono applicati sulle portiere e sul tetto mentre frontalmente non venne data nessuna verniciatura argentata. La base rimase uguale a quella del 412.

Un breve cenno per quello che riguarda le ruote utilizzate sui Bedford: la maggior parte di loro ebbero in dotazione le ruote lisce (flat style)
come tutti i primi Corgi Toys. Nel 1961 vennero introdotte le nuove e più realistiche ruote modellate (shaped style) e queste possono essere trovate sugli ultimi modelli del 404, 414, 422 e 423.
Per quanto riguarda le scatole con l'uscita dei Bedford modificati nel 1960 le vecchie confezioni di colore blu furono rimpiazzate dalle nuove nei classici colori giallo e blu ma le illustrazioni della versione AA e dell'ambulanza civile rimasero quelle del vecchio stampo.
Naturalmente le ultime uscite erano tutte distribuite nelle nuove scatole inclusi l'Evening News', l'ambulanza militare e il 'Corgi Toys', quest'ultimo curiosamente riportava l'immagine della rara versione già menzionata di colore giallo nella metà superiore (vedi foto).
I modelli Bedford vennero ritirati dal mercato, nel 1962 il furgone pompieri e il 'Corgi Toys' e, nel 1963 gli altri tre, l'Automobile Association, l'ambulanza militare e l'Evening Standard', e al loro posto la Corgi inserì nel suo catalogo i nuovi furgoni Commer e Volkswagen.



Torna ai contenuti | Torna al menu