FEBBRAIO 2012 - www.charlesgarage.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

FEBBRAIO 2012

NOVITA' > SOLDATINI > 2012



FEBBRAIO 2012
LE NOVITA'




KING & COUNTRY
1/30 - 60mm


Nel febbraio del 1942 la grande base militare inglese di Singapore, dopo una strenua difesa durata sette lunghi giorni, dovette arrendersi all'esercito giapponese. Circa 80.000 soldati britannici, australiani e indiani furono fatti prigionieri e l'Impero del Sol Levante estese il suo dominio su un altro grande settore del Sudest Asiatico.
Per ricordare quel tragico evento la King&Country ha previsto per il mese di febbraio 2012 l'uscita di due set che certo intrigheranno non poco i collezionisti.
Il primo raffigura un terzetto di mesti ufficiali inglesi che con la bandiera bianca e quella britannica sulle spalle raggiungono le linee nemiche per firmare l'atto di capitolazione (cod. FOB-079) mentre il secondo vede due ufficiali giapponesi, il Generale Tomoyuki Tamashita e il suo interprete Maggiore Sugita, raccogliere la resa dei tre con in pugno le classiche spade da samurai (cod. FOB-080).
Andy Neilson ci tiene a sottolineare come i due set non rappresentino l'inizio di una nuova collezione ma solo un doveroso tributo al 70° anniversario di quella vicenda.

Già preannunciato alla fine dello scorso anno ecco finalmente pronto il delizioso carro tirato da buoi che, pur facente parte della collezione sulla vita di Gesù, può essere ben utilizzato per altri periodi storici come mostra la foto pubblicata da K&C (cod. LoJ-020). Un veicolo che risulterà senza dubbio utile ai dioramisti incalliti.
Per esempio una serie nella quale il carretto non sfigurerebbe davvero è quella di 'Napoleone in Egitto' che per febbraio vede la presentazione di quattro nuovi soggetti.
Il primo è un simpatico fante francese a cavallo di un asino (cod. NE-011) che fa molto ridere un piccolo colorato tamburino (cod. NE-013), una scenetta di sicuro effetto che piacerà molto anche alle consorti. Segue un Napoleone in aria assorta (cod. NE-016) tratto da un quadro del pittore Gerome ed infine, con una uniforme molto malmessa, un ufficiale delle Guide che mira il suo Generale (cod. NE-017).
Per ora il direttore creativo Andy Neilson per questa collezione si è limitato a realizzare figurini adatti per il tempo di pace e dobbiamo dire che la scelta delle situazioni finora prodotte è stata senz'altro felice.




Rimaniamo nel deserto infuocato del Nord Africa per passare in rassegna un altro gruppetto molto interessante legato alla serie della leggendaria Afrika Korps di Rommel.
Si tratta di sei set il primo dei quali è un mezzo ruotato Daimler Dingo catturato all'8° Armata britannica (cod. AK-085) con il solito autista ai comandi e una bandiera nazista rossa bene in vista per la ricognizione aerea. Una mitragliatrice MG34 è fornita separatamente. Questo veicolo fa parte di una serie chiamata 250, cioè di tre esemplari in versioni differenti con tiratura limitata a 250 pezzi.
Seguono la figura del Generale Cruwell con cartella documenti sotto il braccio (cod. AK-086), un soldato con macchina fotografica in un momento di riposo (cod. AK-087), un sergente in armi con mitra (cod. AK-088), un ufficiale carrista assetato con borraccia (cod. AK-089) e un soldato di guardia con fucile (cod. AK-090). Anche queste tutte miniature da aggiungere a un diorama di campo in una fase di tregua dai combattimenti, la richiesta per soggetti del genere è sempre viva negli appassionati.

Ancora al periodo seconda guerra si riferisce l'interessante gruppo di cinque set dedicato alle unità del Genio britannico impiegate nello sminamento e nella bonifica da ordigni esplosivi.
Un veicolo molto usato da queste unità chiamate UXB 'Unexploded Bomb' era la Austin 'Tilly' qui riprodotta nella classica colorazione detta 'Mickey Mouse' con i parafanghi rossi (cod. FOB-069).
Insieme al mezzo troviamo un ufficiale del Genio inginocchiato mentre esamina una bomba inesplosa tedesca (cod. FOB-072), un sergente che osserva il suo comandante al lavoro (cod. FOB-073), un paio di genieri intenti a preparare l'occorrente per far brillare l'ordigno (cod. FOB-074) e per ultimo un componente della polizia inglese con cartello impegnato a tenere lontano i civili dal luogo del ritrovamento (cod. FOB-075). Un insieme di figurini molto armonico e inusuale che siamo sicuri troverà parecchi estimatori tra i collezionisti.
Sempre al secondo conflitto mondiale appartengono i sei figurini dedicati alla marina tedesca (Kriegsmarine). Qui troviamo cinque componenti la banda in parata più un marinaio in marcia con fucile intento a cantare.
In sequenza abbiamo: un tamburo maggiore (cod. LAH-158), un tamburino (cod. LAH-159), un piffero (cod. LAH-160), il soldato cantante (cod. LAH-161), un suonatore di timpano (cod. LAH-162) e per ultimo un trombettiere (cod. LAH-163).

Infine K&C ha pensato anche agli appassionati delle Crociate e ha dedicato loro altri tre set relativi ai cavalieri francesi iniziati a dicembre 2011. Un Templare a cavallo con classico copricapo arabo mentre estrae la spada (cod. MK-086), un bellissimo cavaliere questa volta armato di tutto punto con elmo e lancia (cod. MK-087) e un armigero a piedi con spadone a doppia impugnatura e scudo sulle spalle (cod. MK-089).

Per chiudere questa rubrica mostriamo alcune foto eccezionali di aerei della seconda guerra prodotti dalla King&Country su ordinazione di alcuni collezionisti.
I primi due sono una coppia di Avro Lancaster inglesi in due avvincenti versioni, quella bianca è del 'Coastal Command', mentre il terzo è un fantastico Junkers Ju.52, aereo personale del Feldmaresciallo Goering che volle la livrea rossa in memoria del Barone Rosso Manfred Von Richtofen.
Delle assolute meraviglie per i pochi che possono permettersi questi piccoli-grandi capolavori che senza invidia (magari solo un po'!) ammiriamo incantati.




JOHN JENKINS DESIGNS
1/30 - 60mm

Alcune difficoltà di spedizione hanno impedito alla John Jenkins Designs di consegnare alcuni set previsti per il mese di gennaio. Tra gli altri il figurino del Babbo Natale 'Baron Von Santa', che doveva essere pronto per le festività, è stato annullato.
Superato il momento di incertezza ecco arrivare le novità di febbraio che prevedono un paio di set del Club per il 2012 e il ritorno delle collezioni della rivolta Giacobita e del raid su St Francis della Guerra Franco-Indiana.

John Jenkins per la figura annuale dedicata ai membri del suo Club presenta ben due opportunità di scelta. Sappiamo che l'artista gallese è uso raffigurare personaggi realmente esistiti che portano il suo cognome. Questa volta abbiamo un Samuel Sandy Jenkins afroamericano che partecipò in veste di conducente di carri alla spedizione del Generale Braddock contro i francesi di Fort Duquesne (cod. JJCLUB-2012°).
Il wagoner nero sopravvisse al massacro di Monongahela poiché con il suo carico era rimasto nelle retrovie insieme al resto del vettovagliamento. Dopo il ritiro delle truppe ogni cosa venne data alle fiamme per non farla cadere in mano ai francesi e il nostro Samuel se ne tornò in Virginia sano e salvo dove sembra visse fino a 115 anni.
Il secondo set ha incuriosito non poco i collezionisti per la ragione che l'autore ha preso in considerazione un avvenimento storico non contemplato dalle sue serie classiche. Si tratta infatti di un paio di soldati del 24° Reggimento di fanteria britannico a Rorke's Drift durante la guerra contro la nazione Zulu (cod. JJCLUB-2012B).
Molti hanno sperato nell'inizio di una nuova collezione ma sembra che così non è, anche se non è del tutto escluso che l'artista voglia con queste realizzazioni saggiare il gradimento degli appassionati.
I due Jenkins qui raffigurati, David e James, parteciparono alla famosa difesa dell'ospedale e dei magazzini sul fiume Tugela dopo che un grosso contingente inglese era stato sterminato nello stesso giorno da oltre 10.000 guerrieri Zulu nella piana di Isandlwana (1879).
Da precisare che insieme ai suddetti set saranno disponibili il Calendario 2012 e il Collector's Club Annual riferito al 2011.

Per la collezione 'Knights of the Skies' ecco arrivare in volo uno straordinario Nieuport 17 pilotato nel 1916 dall'asso francese Charles Eugène Jules Marie Nungesser amante della bella vita e delle donne nonché abile cacciatore di aerei nemici (cod. ACE-012).
Speriamo di vedere presto realizzata la versione italiana di questo famoso aereo pilotato dal nostro asso Francesco Baracca.
Rimaniamo in Europa durante la prima guerra dove troviamo un paio di meteorologi tedeschi mentre osservano e annotano le condizioni del tempo da comunicare alle squadriglie aeree in partenza per le missioni (cod. GGC-04). Un altro delizioso set da utilizzare per diorami e ambientazioni aeronautiche.
Due graditi ritorni riguardano la battaglia di Culloden e le Guerre Franco-Indiane.
Per il primo avvenimento sarà disponibile uno scozzese della 'Lowland Infantry' impegnato ad attaccare con moschetto e baionetta (cod. JR-024) mentre per l'attacco al villaggio Abenaki di St Francis sono finalmente in avvicinamento i due Rangers di Rogers (cod. RR-020) che avevamo potuto vedere allo stato di master alla fine dello scorso anno. Dipinti mostrano tutto il loro fascino e il dettaglio dell'uniforme è come al solito superbo. Notare i particolari dell'equipaggiamento.

Chiudiamo con la guerra del Sudan (1884-1885) per godere la vista di un guerriero Beja disteso a terra ancora bellicoso contro gli infedeli accanto al suo cammello colpito a morte (cod. MADCAM-02). Un set molto ben fatto che riafferma le grandi capacità di scultura di John Jenkins e che invoglierà qualcuno ad iniziare questa serie che promette ulteriori entusiasmanti realizzazioni.
Per finire ci è gradito mostrare un paio di foto del soldato prussiano che farà parte della prossima imminente collezione relativa alla Guerra dei Sette Anni.





 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu