GENNAIO 2014 - www.charlesgarage.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

GENNAIO 2014

NOVITA' > SOLDATINI > 2014


GENNAIO 2014
LE NOVITA'



JOHN JENKINS DESIGNS
1/30 - 60mm


È tempo di rinnovare l’adesione al Club e per l’occasione John Jenkins Designs propone tre miniature relative a tre distinte collezioni e periodi storici per chi desidera iscriversi nel 2014.

Il primo figurino raffigura un componente del 55° Reggimento di fanteria leggera inglese, quello di Lord Howe, alla battaglia di Fort Carillon/Ticonderoga del 1758 (cod. JJCLUB-2014A).
Il secondo è un tenente del genio britannico facente parte dell’esercito di Wellington durante la campagna della penisola iberica contro l’armata napoleonica (cod. JJCLUB-2014B)
Per ultimo, quello che preferiamo, è un artigliere inglese della Grande Guerra intento a trasportare a dorso di cavallo le munizioni necessarie alla prima linea (cod. JJCLUB-2014C).
Nonostante quello britannico fosse tra i più ‘meccanizzati’ degli eserciti coinvolti nel primo conflitto mondiale, si rese indispensabile utilizzare una enorme quantità di muli e cavalli per trasportare munizioni e vettovaglie lungo le strade impervie e dissestate che conducevano al fronte.

Ancora al conflitto del 1914-18 appartiene il modello del carro armato inglese Mark V in versione cosiddetta ‘maschile’, cioè con cannone (cod. GWB-05).
Il carro venne prodotto in centinaia di esemplari negli ultimi mesi di guerra sviluppando e aggiornando le prestazioni del precedente Mark IV e contribuì non poco alla vittoria delle forze alleate sul fronte occidentale. Il veicolo realizzato dalla JJD porta le insegne del 10° battaglione del III° Corpo d’Armata.

Un nuovo contributo alle Guerre Franco Indiane è rappresentato da un secondo set di soldati inglesi in marcia del 35° Reggimento di fanteria e da un indiano delle foreste in posa di attacco con ascia e coltello (cod. RSF-016).
I soldati saranno disponibili come sempre in scatola singola (cod. QB-36) e da quattro figure (cod. QB-36N), confezione multipla che continua ad incontrare il favore dei collezionisti.
Infatti con i cinque set da quattro soldatini finora prodotti, due di fanti e tre di granatieri, si è potuta creare una bella colonna di ‘giubbe rosse’ in pose differenti tra loro. Lo abbiamo già detto ma ci piace ribadire come la scelta del nostro autore di tornare a set composti di più figure ci sembra eccellente.
Il pellerossa è ben scolpito e dipinto come è uso di questo artista ma anche qui vogliamo ribadire come i primi set di indiani delle foreste di Jenkins rimangono ancora dal nostro punto di vista insuperabili.

In confezione da due e da quattro saranno disponibili anche due soldati del Reggimento Rot Wuerzburg, il quarto set della serie, mercenari al soldo dell’Austria durante la Guerra dei Sette Anni. Le pose sono in posizione di sparo in piedi e in ginocchio come il primo set prodotto ma le gambe sono scolpite in modo diverso (codici ROT-04 e ROT-04N).

Concludiamo la rassegna di gennaio 2014 con la collezione relativa alla invasione della penisola iberica da parte dell’esercito napoleonico (1807-1814) e per la quale sono in dirittura di arrivo due nuovi fucilieri francesi del 66° Reggimento di linea in posizione di avanzamento.
Uno dei soldati ha pantaloni bianchi (cod. PFL-10W), l’altro indossa pantaloni marroni (cod. PFL-10B) e insieme a coppie compongono la scatola da quattro (cod. PFL-10N) utile a formare una linea più numerosa.


KING & COUNTRY
1/30 - 60mm


Il 2014 di King&Country inizia con qualche conferma e qualche sorpresa.
Tra le conferme abbiamo un paio di soldati della Wehrmacht e i Royal Marines britannici dell’epoca napoleonica mentre tra le sorprese troviamo una nuova versione del semicingolato tedesco Sd.Kfz 251 e uno stupendo edificio del deserto che va ad ampliare il villaggio mediorientale molto apprezzato dai collezionisti.

È quest’ultimo la bottega del falegname con il caratteristico arco arabo sull’entrata e una torretta con cupola sul terrazzo. La casa come al solito può essere utilizzata per diversi periodi storici iniziando dall’Antico Egitto fino alla seconda guerra mondiale passando per la vita di Gesù, le Crociate, l’avventura egiziana del Bonaparte e la Grande Guerra (cod. SP-062).

Al primo conflitto mondiale è dedicato un gruppo di sei set relativi all’esercito del Kaiser Guglielmo che vanno ad aggiungersi a quelli presentati lo scorso dicembre.
Proprio il sovrano a cavallo in persona è uno dei personaggi rappresentati in questa seconda tornata (cod. FW-126), seguono il generale Von Moltke anche lui in sella a una bella cavalcatura intento a indicare qualcosa all’Imperatore (cod. FW-127) e alcuni fanti con elmo chiodato e fucile, tre in avanzamento e uno in posizione di presentarm (codici FW-131, 135, 136 e 137).
Confermiamo l’ottima scultura delle figure e degli animali. Il terzetto montato, compreso l’ufficiale con il binocolo visto il mese scorso, è davvero superbo e può senza dubbio formare una splendida scenetta con i soli tre uomini a cavallo.

Dalla prima alla seconda guerra mondiale il passo è breve.
Qui troviamo un gruppo di mezzi e soldati che saranno molto apprezzati dai collezionisti.
Si tratta della versione desertica del trattore di artiglieria inglese Quad e del cannone da 25 libbre e relativi artiglieri nella doppia nazionalità, britannica e australiana, secondo la reale composizione dell’esercito di Sua Maestà in Nord Africa.
Il Quad, con le insegne della famosa 8a Armata di Montgomery, ha a bordo l’autista e trascina un rimorchio per munizioni (cod. EA-085) mentre il cannone è realizzato nella doppia versione con artigliere inglese (cod. EA-087BR) dalle calzature nere e con artigliere australiano (cod. EA-087AU) con stivaletti marroni.
Avremo ancora un comandante inglese con elmetto e uno australiano con cappello a larghe tese (codici AE-088 e 089), un artigliere singolo con calcatoio e due commilitoni con proiettili alla mano sempre in versione doppia (codici AE-090BR e 090AU, AE-091BR e 091AU).

Per la parte avversaria tedesca saranno disponibili invece i due soldati della Wehrmacht annunciati da Andy Neilson durante il suo tour europeo e una versione mimetica dello stupendo Half Track Sd.Kfz 251 già realizzato in livrea grigia.
I fanti tedeschi pare abbiano ‘fatto spesa’ e tornano soddisfatti al loro reggimento uno con un maialino sotto al braccio e il secondo con una cassetta di mele rosse (codici WS-221 e 227).
Il veicolo ha la classica mimetizzazione a tre colori più indicata per il periodo 1943-45 (cod. WS-218) e speriamo di vedere presto realizzato l’equipaggio sia per questa che per la versione precedente. Non comprendiamo perché K&C abbia prodotto i due semicingolati senza la mitragliatrice posteriore.

Annunciati ma non per questo meno graditi arrivano finalmente i Royal Marines inglesi del periodo napoleonico nelle loro sgargianti uniformi rosse e con i caratteristici cappelli neri.
Questi soldati prestavano servizio sulle navi della flotta britannica sia per difendere gli ufficiali dalle intemperanze degli equipaggi turbolenti sia per combattere contro i nemici dell’Inghilterra, dominatrice dei mari, in qualunque parte del globo essi si annidassero.
I fanti di marina combattevano principalmente per mare ma all’occorrenza il loro impiego era richiesto anche a terra ove fosse necessario uno sbarco in un porto ostile o per contrastare un avversario pericoloso sulla costa.
Probabilmente, proprio per le particolarità di impiego, qualche collezionista avrà difficoltà ad amalgamare questo contingente con gli altri dell'era napoleonica ma il fascino emanato dalle uniformi dei Royal Marines non potrà non incantare tanti appassionati.
Anche film famosi sull’epopea della marina inglese di quel secolo, uno per tutti è ‘Master and Commander’, contribuiranno a suscitare interesse su questo piccolo ma valoroso corpo di specialisti.
I figurini realizzati sono otto: due fanti in posizione di sparo, in piedi e in ginocchio (codici NA-265 e 266), un altro in piedi intento a ricaricare il moschetto (cod. NA-267), due a respingere un attacco in piedi e in ginocchio (codici NA-268 e 269), un tamburino (cod. NA-270) ed infine due ufficiali di cui uno con feluca (codici NA-271 e 272).

Come abbiamo più volte scritto in queste pagine l’Estremo Oriente, e la Cina in particolare, è il mercato al quale la King&Country guarda con grande interesse per le enormi opportunità di espansione nel campo del soldatino da collezione.
Ciò ha spinto il produttore di HK ad ampliare la sua offerta di figurini attinenti la storia antica del grande paese asiatico ai tempi della monarchia e dei tanti signori della guerra.
A gennaio per la collezione ‘The Three Kingdoms’ (I tre Regni) sono in arrivo nove miniature, sette a piedi e due a cavallo, raffiguranti altrettanti soldati in pose di combattimento con spade, lance e frecce (dal codice IC-055 al codice IC-061).
Per finire un paio di set relativi alla serie ‘Le vecchie strade di Hong Kong’ chiudono l’elenco delle novità di inizio anno. Il primo è un fioraio impegnato ad innaffiare la sua merce dai molteplici colori e l’altro è un vaso di fiori che sarà utile per arricchire l’ambientazione di una casa cinese (codici HK-224 e 227).



COLLECTOR'S SHOWCASE
1/30 - 60mm


Il produttore americano esordisce nell’anno appena iniziato con alcuni set relativi a due collezioni suoi cavalli di battaglia, la Guerra Civile Americana e la seconda guerra mondiale.

Per la prima tematica sono in arrivo sette soldati sudisti in altrettante pose di attacco appartenenti all’11° Reggimento della Virginia (1862) tra cui un ufficiale e un portabandiera.
Molto dinamiche come al solito le miniature di CS che imprime sempre alle sue sculture una immagine drammatica sia nell’atteggiamento che nelle sembianze.

Per il secondo conflitto sarà tra breve disponibile uno Sturmtiger tedesco nelle due versioni invernale e primaverile completi di equipaggio.
Basato sullo chassis del Tiger e realizzato in pochi esemplari verso la fine della guerra, questo semovente ‘bestione’ era stato progettato dall’industria del Terzo Reich per sparare proiettili di grosso calibro capaci di distruggere interi edifici evitando così alla propria fanteria di dover snidare il nemico casa per casa subendo forti perdite.
Un esempio dell’azione devastante dello Sturmtiger si ebbe durante la repressione della rivolta di Varsavia dell’ottobre 1944 quando interi isolati della città vennero rasi al suolo per annientare gli insorti polacchi che lì si nascondevano.



FIRST LEGION
1/30 - 60mm


Le miniature di First Legion trovano sempre maggiore consenso e il prolifico produttore non delude i suoi appassionati continuando ad offrire novità di alta qualità per le sue collezioni più seguite.
La seconda guerra mondiale è una di queste e i creativi di FL presentano un gruppo di dieci Fallschirmjager tedeschi del 6° Reggimento paracadutisti che contrattaccò la 101° Divisione Aerotrasportata Americana in Normandia nel 1944.
Avvincenti come sempre le pose e la pittura dei figurini che vedono per primo un ufficiale con mitra STG44 (cod. NOR-026) seguito da una postazione di MG42 con due paracadutisti (cod. NOR-027) e tre altri uno con fucile K98 e due con MP40 (codici NOR-028, 029 e 030).
Seguono un Fallschirmjager in ginocchio con Panzerfaust (cod. NOR-031), un altro intento a lanciare una granata (cod. NOR-032), due impegnati a sparare con Panzerschrek (cod. NOR-033) ed infine un paracadutista con fucile lanciagranate K98 e un commilitone che corre con munizioni per la MG42 (codici NOR-034 e 035).

Alle altre serie appartengono un manipolo di sette splendidi cavalieri greci con alla testa il loro condottiero Alessandro il Grande (codici da AG-016 a AG-023) e sei arcieri ausiliari romani con elmo, maglie di ferro e lunghe tonache (collezione ‘The Glory of Rome’ codici da ROM-073 a ROM-078).

Ben diciotto set sono previsti per rappresentare uno dei reggimenti nordisti facenti parte della famosa Iron Brigade, il 2° fanteria Volontari del Wisconsin (codici da ACW-070 a ACW-087), mentre una stupenda scenetta del periodo napoleonico raffigura alcuni soldati russi intenti a rendere omaggio all’immagine della Vergine di Smolensk benedetti da un prete ortodosso con maestosi paramenti azzurri. Un delizioso gruppo di figure in un insieme insolito che potrà fare bella mostra di sé anche da solo in un settore della nostra vetrina.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu