LUGLIO 2012 uno - www.charlesgarage.com

Vai ai contenuti

Menu principale:

LUGLIO 2012 uno

NOVITA' > SOLDATINI > 2012




KING & COUNTRY
1/30 - 60mm

Anche questo mese le novità della King&Country sono numerose e interessano molte delle collezioni dell'eclettico produttore asiatico. Sembra sia nata una nuova filosofia in quel di Hong Kong e cioè di accontentare mensilmente un numero maggiore di appassionati prendendo in esame più serie ma con meno figurini.
A nostro avviso ci pare una condotta saggia che certamente incontrerà il favore di molti. È in pratica ciò che noi andavamo sostenendo anche per un altro produttore di soldatini, la John Jenkins Designs, che da tempo sta trascurando alcune collezioni.
Riteniamo infatti che il collezionista medio desideri aggiungere ogni mese qualche figurino alla sua raccolta senza dover sostenere una spesa troppo onerosa. Uscire con dieci o dodici set per serie come faceva K&C fino a qualche tempo fa significa metterlo in difficoltà e dover escludere forzatamente qualcosa, mentre presentare un numero adeguato di figurini ad ogni dispaccio aiuta a seguire la propria o le proprie collezioni con costanza e vederle crescere mese dopo mese senza spiacevoli traumi al portafoglio.
Speriamo che questa tendenza prosegua considerando anche la grave crisi che stiamo attraversando.  

Iniziamo da un nuovo fantastico accessorio da utilizzare per le varie serie ambientate nel deserto. Si tratta di una statua all'interno della quale gli Antichi Egizi custodivano il corpo, o meglio la mummia, dei loro defunti più importanti: re e sovrani di quella maestosa civiltà (cod. EA-047).
Come dicevamo è un pezzo con il quale si possono ambientare figurini di varie epoche. Gli Egizi ovviamente ma anche il Napoleone in Egitto e la seconda guerra mondiale con l'Afrika Korps di Rommel o l'8° Armata britannica e così via.

Rimaniamo nella regione mediorientale per passare in rassegna alcuni personaggi della collezione dedicata alla vita di Gesù.
Tre nuovi soldati vanno a infoltire il contingente romano di stanza in Palestina. Il primo è un ufficiale risplendente nella brillante uniforme ricca di decorazioni (cod. LoJ-021), seguono due ausiliari, uno più composto intento al saluto romano (cod. LoJ-022) l'altro invece raffigurato a dissetarsi ad una piccola anfora (cod. LoJ-023).
Anche alcuni civili fanno parte del gruppo annunciato. Un calzolaio al suo posto di lavoro (cod. LoJ-024), il Giovanni Battista di biblica memoria che battezzò Gesù il Nazareno nelle acque del fiume Giordano (cod. LoJ-025), un sacerdote della corrente dei Farisei (cod. LoJ-026), un anziano  e una donna in ascolto degli insegnamenti del Battista (codici LoJ-027 e 028) ed infine un giovane intento allo studio (cod. LoJ-029).
Non ci stupiremmo se queste ultime tre figure fossero state studiate da Andy Neilson per essere utilizzate in un prossimo futuro anche in una ambientazione indiana con il Reggimento Ludhiana Sikhs di cui attendiamo gli avversari preannunciati dal direttore creativo. L'abbigliamento dei personaggi può infatti abbinarsi sia all'una che all'altra serie e sappiamo che l'abilità di questo produttore sta proprio nella versatilità delle sue figure.

Restiamo ancora in Palestina per fare una piccola incursione nella battaglia di Beersheba tra cavalleggeri australiani ed esercito turco.
Molto bella una postazione di mitragliatrice azionata da due Aussies con cappello a larghe tese (cod. AL-032), al galoppo segue un cavalleggero che fa saltare alla sua cavalcatura una trincea di sacchi (cod. AL-033) mentre due soldati turchi cercano di sottrarsi all'impeto del soldato australiano, il primo brandendo in alto il fucile (cod. AL-034) e il secondo accucciandosi per sfuggire agli zoccoli del cavallo (cod. AL-035).
Il notevole successo ottenuto da questa collezione fa si che ancora diversi set saranno realizzati nel corso dell'anno.

Nel deserto troviamo quattro figurini dedicati alla serie di Napoleone in Egitto, anche questa una tematica che ha riscosso grande favore tra i collezionisti di tutto il mondo.
Iniziamo da un generale nella sua sfarzosa uniforme con piglio deciso e mappa alla mano (cod. NE-019), seguono una guida in uniforme verde e moschetto (cod. NE-020), un soldato francese mentre osserva attentamente il sarcofago di una mummia insieme alla sua guida Nubiana (cod. NE-021) ed infine un altro soldato ritratto in un momento di pausa mentre accende la pipa (cod. NE-022).

Ci trasferiamo in tempi più recenti ma prima di arrivare al ventesimo secolo facciamo una piccola sosta intorno all'anno 1775 e più precisamente all'epoca della Guerra di Indipendenza Americana. Qui troviamo un ufficiale a cavallo britannico per il contingente del 23° Reggimento Royal Welch  pronto a guidare in battaglia i suoi fucilieri (cod. BR-090).

Per gli anni del secondo conflitto mondiale K&C rende memoria ai tre leader dei paesi che si ritrovarono alleati nel combattere le forze dell'Asse (Germania, Italia e Giappone) su tutti i fronti del globo.
In ricordo dello storico incontro svoltosi a Yalta in Crimea nel febbraio del 1945 tra i capi di stato americano, inglese e russo, rispettivamente Franklin Delano Roosevelt, Winston Churchill e Stalin, King&Country ha creato un set delizioso che ritrae i tre big impegnati a discutere delle sorti della guerra e del futuro assetto del mondo secondo la famosa foto scattata in quella occasione (cod. DD-106).
Di nuovo alla seconda guerra sono dedicati altri cinque set davvero attraenti che rappresentano dei civili coinvolti a vario titolo nelle operazioni militari. I primi due potrebbero raffigurare una famiglia in fuga con le poche cose riuscite a mettere insieme, una donna con bambina e valige (cod. FOB-067) e un uomo che spinge una carretta piena di effetti personali (cod. FOB-068).
Gli altri tre si assomigliano poiché la figura è la stessa ma l'epoca che richiama è diversa. Si tratta di un venditore di giornali inglese immortalato in tre situazioni storiche differenti con i relativi titoli di giornale, il 1939 invasione della Polonia, il 1942 bombardamento di Berlino da parte della RAF e il 1941 con il bombardamento giapponese di Pearl Harbor (codici FOB-070, 086 e 087).

Per la collezione Waffen SS ecco arrivare il magnifico carro a otto ruote Sd. Kfz 234/1 Schwerer Panzerspahwagen in versione mimetica a tre colori che avevamo già potuto ammirare lo scorso Novembre 2011 in tenuta invernale (cod. WS-197).
Il blindato da utilizzare sia sul fronte occidentale che su quello orientale è armato di una mitragliatrice MG42 e un cannone da 20mm e in torretta, intento a scrutare l'orizzonte con il binocolo, troviamo il comandante del mezzo.
A complemento del garage francese già realizzato vengono presentate ora tre pompe di benzina nelle colorazioni diverse delle marche BP, Texaco e Azur (cod. SP-052).

Chiudiamo infine questa rassegna di luglio 2012 con tre set dedicati all'impero cinese.
Tre generali del periodo dei 'Tre Regni' sono le ultime realizzazioni del produttore di HK, il primo è Cao Cao, stratega e poeta, (cod. IC-043), il secondo è Liu Bei (cod. IC-044) e l'ultimo è Lord Guan Yu con barba lunga e lunga lama al fianco (cod. IC-045).





LUGLIO 2012
LE NOVITA'(1)



BARZSO PLAYSETS
1/32 - 54mm


Una volta tanto Ron Barzso ha deciso di rendere nota una sua novità prima della solita presentazione al Meeting Internazionale di Chicago di settembre. Questo sembra sia stato possibile grazie al fatto che alcuni elementi del nuovo Playset sono già pronti.
Diciamo prima di tutto che il soggetto di questa sua nuova 'fatica' sarà la battaglia di Lexington e Concord all'inizio della Guerra di Rivoluzione Americana nell'anno 1775.
Un contingente di truppe britanniche venne inviato a requisire le armi contenute nei depositi delle due città del Massachusetts allo scopo di sottrarle alle nascenti milizie ribelli americane. I coloni, appena venuti a conoscenza della spedizione inglese, organizzarono la resistenza ai soldati di Sua Maestà che dopo aver subìto pesanti perdite dovettero rientrare precipitosamente a Boston.
A quanto ne sappiamo fino ad ora i componenti previsti nel Playset sono tre costruzioni coloniali ed ovviamente i due eserciti contrapposti, giacche rosse e minutemen americani, di cui possiamo fornire le immagini. Certamente molti altri accessori saranno inseriti nella scatola come è uso fare questo produttore e siamo sicuri che le aspettative dei tanti estimatori non saranno deluse.




FIGARTI
1/30 - 60mm


Presentiamo alcune novità della ditta cinese Figarti presentate al Toy Soldier Show tenutosi a fine aprile a San Diego in Texas. Questo produttore si distingue per l'originalità delle sue proposte che suscitano sempre molto interesse tra gli appassionati.
Un pezzo di artiglieria tedesco ippotrainato, una inconsueta jeep armata di lanciarazzi, un carro francese Hotchkiss H39 catturato dai tedeschi e alcune scenette sono le uscite in programma per luglio.




FIRST LEGION
1/30 - 60mm


La Guerra dei Sette Anni viene oggi considerata come la prima vera guerra mondiale della storia. Combattuta tra il 1756 e il 1763 coinvolse quasi tutte le grandi potenze non soltanto sul suolo europeo ma anche nei loro territori coloniali d'oltremare. Il Nord e parte del Sud America, l'Asia e l'India videro gli eserciti e le flotte in primo luogo di Gran Bretagna, Francia e Spagna contendersi la supremazia di terra e di  mare. In Europa, oltre le già citate nazioni, anche i sovrani di Prussia, Austria, Russia e Svezia alleati ora dell'una ora dell'altra potenza mandavano al macello le proprie truppe per estendere e consolidare i propri domini.
Dopo Frontline e John Jenkins Designs ora anche la prolifica ditta First Legion si lancia nella produzione di soldatini raffiguranti gli eserciti coinvolti in quel grande conflitto.
Per primo arriva il 7° Reggimento Prussiano di Fanteria di Linea 'Braunschweig-Bevern' impegnato nella battaglia di Kunersdorf combattuta (e persa) il 12 agosto 1759 contro una forza mista di truppe austriache e russe. Federico il Grande dopo un primo iniziale successo nel corso della mattina ebbe un tracollo nel pomeriggio e a nulla valse il valore mostrato dai suoi soldati.
First Legion ci informa che altre unità sia prussiane che austro-russe di cavalleria, fanteria e artiglieria seguiranno questo primo gruppo di figurini che si preannunciano come al solito ricchi di fascino e qualità.





 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu